Tipi di Bologna

Un libro in tiratura limitata, 100% fatto, stampato e rilegato a mano.

MARZO 2017

 
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone

Dopo Tipi di Torino del 2014, Tipi di Bologna è il secondo volume della collana interamente dedicata alle affascinanti storie dei protagonisti della storia della tipografia italiana dal Rinascimento ad oggi. Grazie al contributo della Fondazione del Monte, in collaborazione con Griffo, la grande festa delle lettere, il volume sarà stampato in tiratura limitata con caratteri mobili da Anonima Impressori, con le illustrazioni in linocut di Giulia Garbin e i testi a cura di Stefano Riba.

L’edizione bolognese racconterà, attraverso la magia delle pagine stampate con le antiche tecniche tipografiche, le appassionanti vicende dei personaggi che hanno fatto la storia della tipografia bolognese; un viaggio da percorrere non sui binari della nostalgia, ma alla riscoperta di tradizioni e tecniche antiche – ma non passate – dell’arte delle lettere e della cultura del libro d’artista contemporaneo.

ink tranfer 1

Giulia Garbin con una delle sue illustrazioni per Tipi di Bologna

Bologna è una delle capitali della tipografia italiana e nel suo territorio si nascondono storie che meritano di essere raccontate e riscoperte, si comincia da  Francesco Griffo, geniale tipografo del Rinascimento e inventore del carattere corsivo che a parere di Umberto Eco, “ha cambiato la storia dell’editoria”, ma anche da esempi più recenti come le officine Francesco Simoncini che diedero vita a molti alfabeti famosi tra i quali il carattere ufficiale di Einaudi, Cesare Ratta, autodidatta, apprendista, operaio, compositore, illustratore, incisore oltre a raffinato tipografo che credeva che i valori di stampa e grafica dovessero essere alla portata di tutti, Ferdinando Negroni dell’omonima fonderia – discendete dall’attività dei fratelli Amoretti, incisori e fonditori di caratteri al servizio di Bodoni e coautori del suo famoso carattere – la cui azienda fu assorbita dalla società Nebiolo di Torino all’inizio del XX secolo.
Accanto a queste storie passate verranno raccolte e messe a disposizione dei più giovani, attraverso incontri e attività formative, le testimonianze dirette di tipografi, compositori e incisori, ancora attivi o in pensione che abbiano operato, o operino tuttora, in ambito bolognese.

Anonima Impressori, Bologna

incisione

Linocut di Giulia Garbin per Tipi di Bologna.

Tipi di Bologna è un progetto di Griffo la grande festa delle lettere,
Curato e realizzato da Stefano Riba, Giulia GarbinAnonima Impressori.
Coordinamento, Manuel Dall’Olio (Dina&Solomon)
Consulenza scientifica, Paolo Tinti e Chiara Reatti

IT_logo Griffo_official        Screen-Shot-2014-05-12-at-17.27.54-copiaANONIMA-IMPRESSORI

Grazie al supporto di Fondazione Del Monte

logo-fondazione-del-monte

Partner tecnico

fedrigoni logo ok